Cilindri di bloccaggio con ritorno MHC

I cilindri di bloccaggio con ritorno MHC migliorano la produttività e riducono i tempi di improduttività. Più capacità in dimensioni ridotte, adatta anche per le superfici di matrici non dritta. 

Per un bloccaggio semplice, sicuro in punti difficili da raggiungere, EAS offre due tipi di cilindri con ritorno con cava a T per le presse per lo stampaggio dei metalli: MHC, come  i sistemi di bloccaggio ECA, sono cilindri con ritorno.  Se viene richiesta pressione continua, si  suggerisce di usare la serie di cilindri a doppia azione MOD, oppure serie di bloccaggio oscillanti MSR.

FUNZIONAMENTO

Sia MHC sia la funzionalità di una connessione a olio ECA forniscono corrente idraulica in una direzione. Una volta sotto pressione, il cilindro “tira” l’asta e la vite con cava a T. Se si rilascia la pressione, la molla integrata spinge lo stantuffo nella sua posizione originale di sblocco. Entrambi i sistemi di bloccaggio con ritorno vengono spostati manualmente verso la matrice nell’area della cava a T. A causa del maggiore colpo di bloccaggio, questi cilindri possono essere impiegati per diverse dimensioni di spessori di basi di stampo.

CARATTERISTICHE MHC

Questi slittoni vuoti ad azione singola o i cilindri con ritorno sono largamente usati nelle applicazioni QDC sulle presse di stampaggio. Grazie a un maggiore colpo di bloccaggio, i cilindri MHC ad azione singola con ritorno possono essere impiegati per diverse dimensioni di spessori di basi di stampo. Il sistema di bloccaggio ECA può essere applicato ad un’ampia gamma di temperature e ha una capacità maggiore per la forza di bloccaggio. L’MHC, essendo leggermente più compatta, può essere vista come il fratello maggiore dell’ECA, questi due tipi di sistemi di bloccaggio vengono impiegati per applicazioni più pesanti.

Per operatività QDC standard, optare per i sistemi di bloccaggio ECA. ECA presenta un ampio intervallo di temperatura rispetto al MHC, oltre a maggiori capacità sulla forza di bloccaggio. Per operazioni più pesanti i  cilindri di bloccaggio con ritorno MHC rappresentano un’opzione migliore.  Entrambi i sistemi di bloccaggio con ritorno vengono spostati manualmente verso la matrice nell’area della cava a T. A causa del grande colpo di bloccaggio, questi cilindri possono essere usati per diverse dimensioni di spessori di basi di stampo.

  • Pressione operativa: 350 bar (5000 psi)
  • Intervallo di temperatura: 6 °C fino a 60 °C
  • Forza di bloccaggio: 44, 68 e 116 kN
  • Colpo di bloccaggio: 12 mm

Elementi chiave MHC

  • Bloccaggio idraulico ad azione singola QDC
  • Versione per lavori pesanti
  • adatta per superfici dritte e non
  • Semplice da usare e da adattare anche a basi di stampo non standardizzate

ALLOGGIAMENTI PER CILINDRI DI BLOCCAGGIO CON RITORNO

Per collocare il cilindro MHC o ECA durante il cambio degli stampi, EAS suggerisce l’usodi alloggiamenti PSL. Gli alloggiamenti di stampi su una pressa matrice allungano il ciclo di vita dei tubi e dei cilindri. Gli alloggiamenti EAS sono inoltre disponibili con una valvola antiriflusso integrata.

USO STANDARD

I pistoni-cilindri incavi vengono inseriti manualmente nella cava a T nella direzione della matrice, entrambi sulla tavola portastampo oltre che sul lato (superiore) della stessa. Per bloccare i piani di base delle matrici saldamente alle tavole portastampo, è presente un’apertura a forma di U inserita nel piano di base.

maggiori informazioni

Maggiori informazioni?

Siamo a disposizione per qualsiasi informazione e chiarimento.
Non esitate a contattarci.

EAS MED S.r.L.
easmed@EASchangesystems.com +39 039 608 3816


Cilindri di bloccaggio con ritorno MHC
Cilindri di bloccaggio con ritorno MHC
Cilindri di bloccaggio con ritorno MHC

I cilindri MHC installati su un progetto di EAS

Cilindri di bloccaggio con ritorno MHC

Foto con particolare su un MHC installato

Cilindri di bloccaggio con ritorno MHC

Cilindri MHC installati