EAS punta alla crescita

Renswoude, Paesi Bassi – Negli ultimi anni, EAS Change Systems è stata protagonista di un’enorme crescita, sia in Europa, sia in Asia e in America. Per poter strutturare ulteriormente nello specifico la crescita in America e per poter sviluppare su solide basi l’ampliamento di una struttura organizzativa globale, è stata modificata l’organizzazione a livello dirigenziale.

L’amministratore delegato Vincent Nijzink si occuperà della strategia di gestione delle attività di crescita a livello americano e internazionale presso la nuova sede centrale a Greenville, in South Carolina, Stati Uniti. Innanzitutto, per quanto riguarda l’America, si concentreranno le energie sul Nord America e il Messico, e solo in un secondo momento sul Sud America. A detta di Nijzink, “L’enorme crescita degli investimenti, soprattutto nel settore automotive, ci impone di rafforzare la nostra rete di vendite e di creare una base di supporto più ampia per la rete di rivenditori già esistente”.

All’interno di questa nuova struttura, Thierry Pastor assumerà il ruolo di responsabile tecnico e operativo mondiale. Negli anni passati Pastor era direttore dell’area Asia. Sotto la sua guida, EAS Change Systems ha aperto un impianto di produzione proprio in Cina. “Ormai la nostra squadra si è insediata in Cina solidamente e questo mi dà la possibilità di gestire gli affari dalla sede olandese di Renswoude e di concentrarmi sulla struttura globale dell’azienda”.

Struttura organizzativa a livello internazionale

Oltre che dell’ampliamento del mercato americano, Nijzink si occuperà dello sviluppo strategico del mercato a livello globale. Negli ultimi anni per alcune discipline aziendali, come Ricerca&Sviluppo ed Engineering, è già stata messa in piedi una struttura organizzativa globale. Pastor: “I nostri clienti più grossi operano spesso a livello internazionale e questo ci obbliga a strutturare la nostra organizzazione nello stesso modo. Finora i nostri uffici vendita e i nostri impianti di produzione erano rami operativi autonomi e indipendenti. D’ora in poi modificheremo la struttura gradualmente, soprattutto per quanto riguarda le vendite e il servizio degli account chiave, in modo tale da garantire una collaborazione intensa su scala internazionale. Tale manovra ci permette immediatamente di offrire un migliore supporto all’attuale rete di rivenditori in proporzione alla crescita della domanda”.

Industria automobilistica americana

Secondo la pianificazione stabilita, tra tre anni il fatturato americano, che ora è circa un quarto rispetto a quello europeo, raggiungerà lo stesso livello di quello europeo. Nijzink: “L’industria automobilistica in Nord America in questo momento si sta espandendo enormemente. Aziende che prima producevano in Asia, tornano in Nord America spostandovi, del tutto o in parte, la produzione. Questo significa che sono in corso investimenti spaventosi. Con le nostre opzioni per una produzione snella (lean manufacturing) contribuiamo a una produttività massima e questo fa crescere esponenzialmente le nostre aspettative. Nella fase di costruzione di un nuovo impianto di produzione, naturalmente si presta moltissima attenzione alla produzione intelligente”. Oltre alla nuova sede americana a Greenville, in cui verrà installato anche un laboratorio di assemblaggio, rimarrà attivo l’ufficio di Milwaukee per le vendite.

A proposito di EAS

Per prima in Europa, EAS ha progettato e venduto sistemi idraulici di bloccaggio rapido per macchine per stampaggio a iniezione e stampaggio di metalli, come soluzione “lean manufacturing”. Negli ultimi 16 anni sono state inoltre introdotte le prime applicazioni di serraggio magnetico per sistemi di stampaggio a iniezione e l’azienda è stata pioniera sul mercato europeo nell’uso di raccordi multipli automatici e carrelli e tavole per il cambio stampo. Negli ultimi anni c’è stato un ulteriore processo di ampliamento che ha portato EAS a introdurre soluzioni Smart Industry complete.

Leave a reply

EAS punta alla crescita